La sfida di Nations League

Italia-Inghilterra, è l'ora di Raspadori

Mancini affida all'azzurro le chiavi dell'attacco di una Nazionale in piena emergenza. Stasera in campo anche Di Lorenzo, panchina per Meret e Zerbin

Raspadori in rampa di lancio. Mancini pronto ad affidargli le chiavi dell'attacco della nazionale, che stasera affronta al "Meazza" l'Inghilterra, gara valida per la Nations League. Il ct azzurro punta tutto sul calciatore emiliano, soprattutto ora che il reparto offensivo è in piena emergenza, con l'infortunio muscolare dell'ultimo minuto di Immobile. Pronto alla maglia da titolare anche Di Lorenzo, un fedelissimo di Mancini. In panchina gli altri due giocatori del Napoli, Meret, che tanto bene sta facendo con la sua squadra di club, e il giovanissimo Zerbin.

Intanto quel che resta della squadra partenopea, 14 elementi impegnati nelle rispettive nazionali, si allena a Castel Volturno. Terapie per gli acciaccati Politano e Osimhen. Difficile rivedere in campo il bomber nigeriano il 4 ottobre, nel match di Champions League con l'Ajax ad Amsterdam. Più probabile il suo rientro con la Cremonese quattro giorni dopo la partita con gli olandesi. Due-tre settimane di stop, invece, per Politano, infortunatosi al "Meazza" contro il Milan.

Capitolo rinnovi. C'è l'accordo tra la società di De Laurentiis e Meret, che continuerà a giocare in maglia azzurra. Il club partenopeo cerca l'intesa per i prossimi anni anche con Lobotka, diventato un pilastro della formazione di Spalletti.