Il passaggio intermedio consentirebbe la messa in sicurezza

Tavolo Whirlpool, acquisizione del sito dalla Zes entro fine novembre

Raggiunta l'intesa al Ministero economico. Una soluzione temporanea in attesa della reindustrializzazione. Coinvolta anche Invitalia per garantire l' assunzione entro i tempi coperti dagli ammortizzatori sociali

Passaggi intermedi che si moltiplicano, nuovi tasselli per ricomporre un puzzle più complesso del previsto. Nessuna novità sul consorzio di imprese che dovrebbe rilanciare l'ex stabilimento Whirlpool. Nel frattempo, però, la ZES Campania ha espresso la disponibilità ad acquisire entro fine novembre il sito di via Argine - a condizione che ci siano i presupposti normativi. Il passaggio consentirebbe la messa in sicurezza dell'impianto, con l'impegno di cederlo poi al soggetto titolare della reindustrializzazione, con un vincolo: assorbire tutti i lavoratori alle stesse condizioni economiche e contrattuali. Questo in sintesi l'esito del verbale siglato al Ministero per lo Sviluppo Economico, all'ennesimo tavolo tra sindacati e istituzioni. Il Comune di Napoli si impegna a garantire la vocazione industriale dell'area. Prefettura e Commissario Zes, da parte loro rassicurano: "accompagneremo il progetto coinvolgendo anche Invitalia affinché le assunzioni avvengano entro i tempi coperti dagli ammortizzatori sociali". Un nuovo tavolo sarà convocato entro il 30 novembre.