Educazione digitale e cultura della privacy,

Gli studenti del corso dell'università di Salerno durante il triennio di formazione del modulo "Jean Monnet" si confronteranno con tanti esperti in diversi campi

All'Università di Salerno ha preso il via il modulo “Jean Monnet” dedicato all'educazione digitale e al consenso al trattamento dei dati. Organizzato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche, il corso ha durata triennale; al primo anno gli studenti terranno delle lezioni frontali, poi verranno coinvolti esperti in vari campi tra ordini professionali ed enti, affinché la formazione abbia un approccio multidisciplinare. 

“Il progetto - ha spiegato il professor Giovanni Sciancalepore, direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche - mira ad incrementare la fiducia dei cittadini europei sulla tutela della privacy nel mondo digitale. L’obiettivo fondamentale è incentivare una reale conoscenza della normativa esistente in tale ambito che assicuri agli utenti di internet e soprattutto alle categorie più vulnerabili un’informazione precisa e puntuale in merito al corretto utilizzo dei loro dati personali”.

Nel servizio le interviste a Paola De Roberto, assessore alle politiche sociali e giovanili del Comune di Salerno, e ad Alfonso Amendola, docente di sociologia dei processi culturali e Internet Studies all'università di Salerno.