Grande affluenza agli scavi e al Museo Archeologico Virtuale

A Ercolano il digitale incontra archeologia e mito

L'installazione Sirena digitale approda al foyer del Mav. Un cantiere di progetti in cui la tecnologia diventa strumento per la divulgazione culturale

Non si curano della pioggia, approfittano di ogni spicchio di sole, i turisti a Ercolano. L'esplorazione comincia dall'alto, si addentra tra strade e ambienti scavati sotto il livello della città moderna.

Possiamo ancora attraversarla, l'antica Ercolano, al Museo archeologico virtuale, persino sentire gli odori degli antichi orti.

La tecnologia incontra anche il mito. La Sirena digitale è approdata qui. L'installazione - frutto della sinergia tra università e ricerca- ha già collezionato migliaia di interazioni tra Museo archeologico nazionale e Castel dell'Ovo. Ora, dal foyer del Mav, diventa riferimento di un nuovo modo di fare divulgazione
 

Nel servizio sentiamo le voci di Luigi Vicinanza, presidente Fondazione Cives Mav; Luigi Gallo -  coordinatore scientifico Sirena Digitale ICAR - CNR; Lello Savonardo, coordinatore Scientifico Sirena digitale - Federico II