Maxi discarica abusiva scoperta in Irpinia dalla Guardia di Finanza

Lo sversamento ha causato una irreversibile alterazione di un paesaggio sottoposto a vincolo e la deviazione di un alveo

Una discarica abusiva con tre milioni di metri cubi di rifiuti è stata scoperta e sequestrata dalla Guardia di Finanza. Si trova nell'Avellinese, in una cava dove sono state depositate abusivamente tonnellate su tonnellate di scarti edili di lavorazione e materiale di risulta, con un'alterazione irreversibile di un paesaggio sottoposto peraltro a vincolo, a causa della deviazione del percorso e profilo naturale di un alveo presente su un versante collinare. 

Il totale della superficie a cui le fiamme gialle hanno apposto i sigilli è di 11mila metri quadrati. Dall'attività illecita, i finanzieri di Baiano ritengono che i titolari dell'area  - individuati e denunciati - abbiano ricavato circa dieci milioni di euro di guadagno. 

L'attività investigativa è stata possibile grazie all'impiego per il monitoraggio e i rilievi dall'alto dell'elicottero Ph 139-d, in dotazione al reparto operativo aeronavale di Napoli della Guardia di Finanza; il mezzo, dotato di sensori all'avanguardia, ha consentito di mappare e individuare il tipo di rifiuti che sono stati sversati nella discarica. Anche i tecnici di Arpac e Genio Civile hanno collaborato all'indagine.