Dalle lavatrici ai pannelli fotovoltaici, la ex Whirlpool acquisita dalla Tea Tek

L'azienda riassume tutti i dipendenti e si dice pronta alla sfida imprenditoriale

A 40 giorni dal quarto anniversario di quella spunta rossa su una slide che annunciava brutalmente la chiusura della storica fabbrica di lavatrice, per gli ex lavoratori della Whirlpool arriva una buona notizia. In quella fabbrica saranno prodotti probabilmente pannelli fotovoltaici ma quel che è più importante è che tutti saranno riassunti. Ad annunciarlo a tutti, anche agli interessati, è stato un comunicato stampa del Commissario straordinario del Governo per la ZES Campania, Giosy Romano. La struttura della Zona Economica Speciale aveva rilevato il sito e messo a bando la struttura per trovare imprese disposte ad un rilancio industriale e al riassorbimento di tutti i 312 lavoratori. Due le proposte, vagliate da un'apposita commissione che in un mese ha valutato le proposte: la migliore proposta è stata quella della TeaTek Group spa, gruppo campano con oltre 900 dipendenti attivo nel settore delle energie alternative in Italia e nel mondo. Soddisfazione è stata espressa dai sindacati che chiedono ora la convocazione di un tavolo ministeriale per valutare il piano industriale. Gli operai, in disoccupazione dall'ottobre 2021, chiedono invece di sapere quando torneranno a lavorare