A Napoli lo sciopero dei lavoratori Enel

Manifestazione a Piazza Plebiscito contro l'eccesso di esternalizzazioni e per maggiori investimenti sulla transizione energetica

Sono scesi in piazza a Napoli come in tutta Italia. I lavoratori Enel - circa 2500 solo in Campania - protestano contro la mancanza di un piano industriale che, secondo i sindacati, guardi al futuro.

I lavoratori chiedono investimenti sulla transizione energetica per un’azienda che è affidataria di un servizio pubblico essenziale. Contestano l’eccesso di esternalizzazioni di attività che avrebbero l’effetto di precarizzare il mondo del lavoro e peggiorare il servizio.

Nel servizio le interviste a Umberto Guarino, segretario regionale Flaei-Cisl; Lella Messina, segretario regionale Filctem-Cgil; Daniele Aquileia, segretario generale Uiltec-Uil Napoli e Campania.