Abusivismo a Ischia, Gratteri: "Chiusi entrambi gli occhi. Bisogna demolire"

Il procuratore di Napoli parla del territorio ferito dagli abusi. Ricostruzione post frana: 73 interventi su 210 già completati

La fragilità del territorio spesso da sola non basta a spiegare la portata di tragedie come quella di Casamicciola: la frana che un anno e mezzo fa provocò 12 vittime e devastò molte aree dell'isola verde riporta alla luce il tema dell'abusivismo, come ha ricordato il Procuratore Nicola Gratteri.

E se le demolizioni restano la risposta possibile dello Stato a chi costruisce illegalmente, la messa in sicurezza di Ischia rimane la priorità. Secondo il Rapporto pubblicato dal Commissariato straordinario alla ricostruzione sull'isola sono stati completati 73 interventi per il ripristino delle aree colpite e altri 38 saranno avviati nei prossimi tre mesi. 

Più nel dettaglio sono 210 gli interventi previsti per il dopo frana. Un piano con investimenti per 138 milioni nella sola Casamicciola Terme e ulteriori 176 milioni negli altri Comuni dell'Isola. Per quanto riguarda la ricostruzione privata, invece, sono state approvate 85 delle 104 domande di contributo presentate.