In libreria

Mussolini racconta le donne di famiglia, Fortini spiega la lotta alla povertà

L'opera prima della parlamentare europea è uno spaccato di vita privata, il volume dell'assessore regionale parla di una missione istituzionale

Le storie, gli intrecci, l'impegno sociale e quello politico. Le donne protagoniste della prima fatica letteraria di Alessandra Mussolini, "Il gioco del buio", uno spaccato privato di una famiglia pubblica.

Quello che prende vita è il racconto dei rapporti difficili delle donne di casa Mussolini, in particolare nonna Romilda. Fanno da scenario la Roma degli anni '60/'70 e Napoli, Pozzuoli, con cui Alessandra Mussolini ha un legame speciale.

Un altro libro scritto a sei mani vede in prima linea una donna, Lucia Fortini, assessore alla Scuola, Politiche sociali e Politiche giovanili della Regione Campania, che insieme a Domenico Trezza e Luca De Luca Picione ha dato vita a “Il governo della povertà”.

Nel servizio, oltre alle interviste ad Alessandra Mussolini e Lucia Fortini, anche quella al vescovo di Acerra, Antonio Di Donna