Caro bollette e fine del mercato tutelato, i timori dei consumatori

Da luglio 2024 anche l'energia passa al mercato libero. Presidi informativi nelle piazze dei capoluoghi campani per scongiurare possibili truffe

Bollette sempre più care. E ora arriva anche la fine del mercato tutelato.

I timori per possibili truffe e ulteriori rincari. Federconsumatori, Cgil e Spi Cgil in piazza per informare i cittadini.

Il passaggio al mercato libero per il gas già dallo scorso gennaio. Per l'elettricità appuntamento rinviato al primo luglio.

Sulle bollette si può leggere in quale regime ci si trova.
Esentati dal passaggio i clienti vulnerabili: persone di età superiore ai 75 anni, chi si trova in condizioni economicamente svantaggiate. I soggetti con disabilità o che vivono in un'abitazione di emergenza a seguito di calamità.

Per tutti gli altri sul sito dell'Arera, l'Autorità per l'Energia, un comparatore permette di individuare la tariffa più conveniente.

Se si decide di rimanere nella maggior tutela, da luglio si saprà a quale operatore si è assegnati, ma nei 36 mesi successivi sarà possibile passare al mercato libero in ogni momento.
Per Federconsumatori, in Campania almeno un utente su quattro non ha ancora effettuato una scelta.

Nel servizio le interviste a Giovanni Berritto, presidente Federconsumatori Campania, e a Nicola Ricci, segretario Generale Cgil Campania.