Caserta, il borgo di San Leucio cerca il rilancio

Luogo modello dei Borbone grazie all'industria della seta, poi il declino. Le industrie tessili provano a riaffacciarsi sul mercato

Il borgo di San Leucio, oggi frazione di Caserta e patrimonio Unesco, fu trasformato da Ferdinando IV di Borbone in un luogo modello, con un codice di leggi in grado di favorire lo sviluppo economico e sociale della comunità leuciana.

Tutto ruotava intorno all'industria della seta: i Borbone fecero costruire alloggi per i lavoratori, nonché strutture educative e sociali. Uno dei primi esempi al mondo di società basata su eguaglianza e solidarietà.

Un'economia florida quella di San Leucio, trainata dalla seterie. L'oblio alla fine del secolo scorso: ora si cerca il rilancio.

Nel servizio le interviste a Vincenzo Battarra, assessore alla cultura del Comune di Caserta, e Massimo Alois, imprenditore.