Dalla Francia a Casal di Principe per omaggiare Don Diana

I parenti delle vittime della malavita organizzata d'Oltralpe nel paese del parroco eroe. Anche per studiare le leggi italiane contro la mafia

Hanno scelto di venire a Casal di Principe in un'occasione molto particolare: i giorni in cui cade il trentesimo anniversario dell'uccisione da parte della camorra di don Peppe Diana.

Sono i membri dell'associazione che riunisce i parenti delle vittime della criminalità organizzata in Francia. Motivo del loro viaggio anche lo studio della legislazione italiana contro le mafie.

Nel servizio le interviste a Davide Bremi e Fabrizio Rizzoli, rispettivamente tesoriere e presidente dell'associazione “Crim'Halt”.