De Luca: "Magistratura contabile lavori con serenità. Fatto il nostro dovere"

Il governatore rinviato a giudizio dalla Corte dei Conti per le card vaccini covid regionali. Per l'accusa c'era il green pass e fu spesa inutile

“Nessun commento quando ci sono iniziative giudiziarie. Vada avanti anche la magistratura contabile con grande tranquillità e serenità”. Così il Presidente della Regione De Luca che è stato rinviato a giudizio, con altri cinque, dalla Corte dei Conti per danno erariale con l'accusa di aver speso 3,7 milioni per le smart card introdotte in Campania per dimostrare che si era vaccinati contro il Covid. Secondo l'accusa la produzione delle carte sarebbe stata una spesa inutile in quanto si sovrapponeva al green pass nazionale. “Abbiamo fatto il nostro dovere e le carte magnetiche della Regione hanno anticipato di mesi le decisioni prese dal governo nazionale. Erano card che servivano anche per usufruire di servizi sanitari e trasporti pubblici. Era un'operazione più vasta di quella relativa al covid” ha aggiunto De Luca.