Salute e alimentazione

Diabete, visite gratuite per pazienti stranieri al policlinico Federico II

Il progetto è stato avviato dopo l'arrivo di molti profughi ucraini all'inizio della guerra e ora punta ad estendersi ad altre comunità

Un sabato al mese dedicato ai pazienti diabetici stranieri all'interno del policlinico Federico II. È solo la prima iniziativa di una serie pensata per migliorare la qualità della vita e l'accesso alle cure di chi è stato adottato dalla città di Napoli e non solo. Il progetto è partito dopo l'arrivo di molti profughi ucraini all'inizio della guerra. La comunità ucraina e quella srilankese hanno, d'altronde, un'incidenza rilevante di diabete di tipo 1. Dopo due anni, oggi l'iniziativa guarda oltre, puntando ad allargarsi alle altre comunità. Al di là degli open day, l'obiettivo è istituire un cup dedicato per stranieri e immigrati che vogliono recarsi in ambulatorio. 

Nel servizio le interviste ad Annamaria Colao, cattedra Unesco della Federico II, Roberto Sepe, presidente dell'associazione diabetici Federico II, Maksym Kovalenko, Console ucraino a Napoli, Carmine Capasso, Console onorario Sri Lanka, Gennaro Famiglietti, segretario corpo consolare Napoli, Fulvio Frezza, Consigliere regionale, Savary Ravendra Jganesan, consigliere aggiunto Comune Napoli.