Elvira Notari, tre giorni dedicati alla regista pioniera

A Salerno da oggi esposizioni, proiezioni e concerti e i suoi film musicati

Dal 1920 ai giorni nostri, i film di Elvira Notari hanno attraversato un secolo senza segni di stanchezza, brillando alla luce di nuovi studi, iniziative, performance. Resta inalterata la magia del cinema muto, espresivo come null'altro nei primi piani e nella gestualiutà degli attori della Notari, il tutto in un crescendo di emozioni che si possono provare vedendo gli unici tre film che sono arrivati a noi su 160 girati, "E' piccerella" "A santanotte" e "Fantasia e surdato" Questi tre film della geniale regista salernitana sono stati sonorizzati e verranno presentati nell'ambito di una manifestazione in programma questo fine settimana tutta dedicata alla prima donna d'Italia dietro la macchina da presa. La Cactus film produzioni rende omaggio alla Notari con installazioni, video e una mostra multimediale sui luoghi a lei cari: Salerno, Cava de Tirreni e Napoli. L'evento in programma a Salerno i giorni 22, 23 e 24 marzo presso Art.Tre, Piccolo Teatro Portacatena e Bar Verdi 1910. Una tre giorni, in altrettante location, attraverso installazioni video, sonorizzazioni di film e incontri. Riavvolgendo il nastro storico la Cactus Filmproduzioni racconta di Elvira Coda Notari dal 2014, precisamente dal "Festival del Cinema Laceno d'Oro", presentando una rassegna dei suoi film sonorizzati dal vivo ed una mostra multimediale che hanno toccato nel tempo i luoghi cari alla regista: Salerno, Cava de' Tirreni e Napoli. Il progetto comprende anche una pubblicazione dal titolo "La film di Elvira" edita da Laceno d'Oro, Cactus Film e Quaderni di Cinema Sud. In attesa del 2025, ed in concomitanza dei 150 anni dalla nascita della Notari, l'operato della casa di produzione porterà alla nascita di un evento multimediale a lei dedicato con incontri, proiezioni e concerti. Ritornando all'imminente tre giorni saranno gli spazi dell'associazione culturale Art.Tre, stasera dalle ore 19 alle 22, ad inaugurare l'affascinante percorso legato alla vita della prima regista del cinema italiano con una installazione video, interviste e preziosi filmati d'epoca. Al Piccolo Teatro Portacatena, a partire dalle ore 19 di sabato 23, al via la prima edizione del "Premio Elvira Notari" concepito per compositori di colonne sonore, studiosi di cinema ed operatori culturali che hanno sempre prestato attenzione al cinema muto ed in particolare alla figura della regista. Alle ore 20, spazio alla sonorizzazione del film "A santanotte" musicata da Alessandro Ferrentino e Maria Anna Siani. Cala il sipario domenica 24 marzo, dalle ore 18 e sempre al Piccolo Teatro Portacatena, con la sonorizzazione di due film: "E' piccerella", eseguita da Giosi Cincotti, e "Fantasia 'e surdato", musicato da Anacleto Vitolo e Luca Buoninfante. Durante la tre giorni, il Bar Verdi 1910 ospiterà l'installazione video con filmati e frammenti sul cinema partenopeo proprio di quegli anni. Il progetto, ideato e curato dalla Cactus filmproduzioni, si avvale della collaborazione dello storico Paolo Speranza, dell'attrice Nadia D'Amico, dell'artista ceramista Amanda Di Santo, del Service Left & Right, della rivista Quaderni di Cinema Sud e dall'Associazione culturale A luna & o sole.