E' autore di oltre 30 libri

Franco Arminio, "Canti della gratitudine"

Poeta, per lavoro fa il maestro elementare, Arminio è l'inventore della "paesologia" che non è una scienza, ma "la scrittura che viene dopo aver bagnato il corpo nella luce dei luoghi". Conduce con Greta Mauro "La biblioteca dei sentimenti, su Rai3

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia, in Irpinia d’Oriente. È ispiratore e punto di riferimento di molte iniziative contro lo spopolamento dell’Italia interna, come la Casa della paesologia a Bisaccia e il festival “La luna e i calanchi” ad Aliano. Da anni racconta disagi e meraviglie dei paesi più trascurati. Ha pubblicato più di trenta libri, tra i quali Viaggio nel cratere, Vento forte tra Lacedonia e Candela, Cartoline dai morti, Terracarne, Cedi la strada agli alberi, Resteranno i canti, L’infinito senza farci caso, La cura dello sguardo, Lettera a chi non c’era, Studi sull’amore e Sacro minore.

Nell'intervista realizzata al Centro di Produzione Rai di Napoli, nello studio de “La biblioteca dei sentimenti” Arminio parla della sua nuova opera di poesia: “Canti della gratitudine” (Bompiani, 2024). “Io sono grato ogni mattina alla scena del mondo” - racconta Arminio - “e dico ‘grazie’ per tutto ciò che ci circonda, le strade, le piante gli animali, perché tutta questa bellezza è per noi”.