Sabato e domenica le "Giornate di primavera del FAI"

Quarantadue siti aperti in Campania, circa 150 volontari impegnati nelle visite guidate

Sono quarantadue i luoghi della Campania che sabato 23 e domenica 24 marzo apriranno le porte, in occasione della 32esima edizione delle “Giornate di primavera” del FAI, il Fondo per l'Ambiente Italiano. 

A Napoli già tutto esaurito per Villa Rosebery, la residenza del Presidente della Repubblica a Posillipo. In occasione dell'anniversario numero 800 della fondazione della Federico II, l'università consente la visita a rettorato e aula magna. Sempre nel cuore di Napoli, porte aperte a Castel Capuano con il suo Salone dei Busti. E poi il Molo San Vincenzo, base della Marina Militare, ormai celebre anche per essere il set della serie tv "Mare Fuori". A Pozzuoli, i ciceroni condurranno i visitatori alla scoperta del Rione Terra. 

Nei campi flegrei verranno recuperati alcuni eventi saltati lo scorso autunno a causa della crisi bradisismica. Meteo permettendo, sarà possibile fare un trekking alla Baia di Ieranto, bene di proprietà del FAI aperto tutto l'anno. 

A Salerno il filo conduttore dei siti aperti sarà la scuola medica salernitana. 

Ad Aversa si potrà visitare l'ex ospedale psichiatrico, che nel 1876 fu il primo manicomio giudiziario italiano. Passeggiate nei borghi, tra palazzi nobiliari e chiese, a Carinola nel Casertano, e a Montella, in Irpinia. A Benevento aperta la chiesa delle Orsoline e la casa Cocchiarella con la sua torre neogotica. 

Sul sito del FAI è possibile verificare orari e informazioni sulle aperture e gli eventuali aggiornamenti dell'ultimo minuto.