Giugliano, piscina comunale ancora chiusa: 200 bambini senza terapia

La struttura assicurava la psicomotricità ai piccoli che ne hanno bisogno oltre a essere frequentata da centinaia di sportivi. Manca il via libera del Ministero dopo i lavori di ristrutturazione

Il cancello della piscina comunale di Giugliano è chiuso da due mesi. La struttura riveste un'importanza fondamentale perché è frequentata da centinaia di sportivi e, tra questi, da circa duecento bambini che hanno un bisogno terapeutico di svolgere psicomotricità in acqua.

La riapertura della piscina, dopo un intervento di ristrutturazione per la messa in sicurezza finanziato con trecentomila euro del Pnrr, è slittata.

Il ministero ha chiesto al Comune e ricevuto dall'ente un'integrazione documentale: quando arriverà il via libera da Roma l'impianto riaprirà entro quindici giorni.

Inoltre l'amministrazione potrebbe sfrattare l'attuale gestore della struttura in quanto moroso, spiega il sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi: “Cosa che accadrà se non si metterà in regola con i pagamenti”.