Il Napoli con Juan Jesus. Un video con i calciatori per dire "No al razzismo"

L'iniziativa il giorno dopo gli insulti rivolti dall'interista Acerbi nei confronti del difensore azzurro

Il Napoli ha pubblicato un tweet sul suo account ufficiale contro il razzismo. "Da Napoli al mondo, gridatelo ad alta voce: no al razzismo", questo il testo del tweet che contiene un video con i calciatori del Napoli inquadrati in primo piano che dicono frasi nella loro lingua contro il razzismo.

Il tweet viene pubblicato il giorno dopo la parola "negro" che sarebbe stata detta dal difensore dell'Inter Acerbi al difensore azzurro Juan Jesus durante Inter-Napoli.

"Troppo hanno visto i nostri occhi", questa la frase con cui il portiere del Napoli Meret apre il video dei calciatori azzurri che dicono in primo piano frasi forti contro il razzismo. Nel tweet del Napoli appare poi Traoré che dice "le nostre orecchie hanno sentito tanto", seguito da Lobotka con la frase "le nostre bocche hanno detto troppo poco" e da Cajuste che afferma "il tempo per l'indifferenza è finito".

E' un susseguirsi di frasi che segnalano la necessità di intensificare la lotta al razzismo come dice Olivera: "Facciamoci sentire". Poi primi piani alle bocche dei calciatori con le frasi "niente paura", "nessuna vergogna", "urlate che devono stare zitti".

Poi inizia la frase "No al razzismo" che dicono i calciatori uno dopo l'altro nel video che finisce con il primo piano della bocca di Osimhen che dice "no al razzismo".

Il post ha l'hashtag "Keepracismout" e porta in inglese la frase testuale in cui incita a gridare tutti lo stop al razzismo.