Allarme incidenti

A Vietri sul Mare la "strada della morte": tre vittime in sette mesi

Il sindaco e i comitati civici chiedono di intervenire con dossi artificiali, autovelox o semafori intelligenti per evitare altre tragedie

I fiori e gli altarini segnano i punti delle tragedie. E' un sos disperato quello dei comitati civici per intervenire sulla strada della morte, un chilometro di asfalto da Vietri al confine con Cava de' Tirreni. 

Un incidente ogni tre giorni e tre vittime in sette mesi: l'ultimo un 32enne di Nocera Superiore in sella a uno scooter. Autovelox, dossi artificiali o semafori intelligenti: sono queste le richieste dei cittadini per una sicurezza maggiore.

Nel servizio le interviste a Giovanni De Simone, sindaco di Vietri sul Mare, Francesca Papalino, madre di Antonio Senatore vittima di un incidente stradale, Giovanni Bilotti, portavoce dei comitati civici di Vietri sul Mare