L'evento

"Io capitano": Caserta tifa Garrone aspettando la notte degli Oscar

Il film, in corsa nella sezione internazionale, è ispirato alla storia di Mamadou Kouassi, che ora collabora alle attività dell'ex canapificio

Ringraziamenti ed emozioni nei messaggi del regista Matteo Garrone e di Mamadou Kouassi, la cui storia ha ispirato il film “Io capitano”, in corsa per l'Oscar nella sezione internazionale. 

Dita incrociate a Caserta, dove Mamadou vive e collabora alle attività dell'ex canapificio. Aspettando la notte di Los Angeles si celebra l'impegno di chi come Mamadou lavora per la pace, l'ambiente, la rigenerazione urbana, combatte razzismo e violenza di genere. Si premiano i capitani di una terra da Oscar.

Nel servizio le interviste a Virginia Anna Crovella, dell'ex canapificio di Caserta, Stefano Consiglio, presidente della fondazione “Con il Sud”, don Nicola Lombardi, del comitato “Caserta Città di Pace”.