"La Camorra comunica e recluta giovani su Tiktok". L'allarme di Gratteri

Il procuratore di Napoli: "Più che ai ragazzi mi rivolgo ai genitori. Educhino i loro figli a distinguere il bene dal male"

La camorra non solo recluta, ma si fa pubblicità e marca il territorio attraverso i social network. Un tempo Facebook, oggi Tiktok. E' un monito rivolto più che ai ragazzi, ai loro genitori affinché li educhino a saper distinguere il bene dal male, quello lanciato dal procuratore di Napoli Nicola Gratteri a margine della presentazione del libro "governare l'economia per non essere governati dai mercati" dell'ex presidente Inps Pasquale Tridico.

Al Sud il tema dell'economia si incrocia con quello della legalità. E da questo punto di vista Gratteri non risparmia una stoccata alla politica.

Nel servizio le interviste al procuratore Nicola Gratteri e all'ex presidente Inps Nicola Tridico.