Napoli e Salernitana, ultime speranze

Per gli azzurri gara con l'Inter fondamentale in chiave rincorsa Champions. Osimhen in dubbio. I granata, a un passo dalla B, ospitano il Lecce

I passaggi del turno di Roma, Milan e Atalanta, in Europa League, e della Fiorentina, in Conference, consolidano il primato dell'Italia nel ranking Uefa e rendono ancora più concreta l'ipotesi che, al nostro paese, possa spettare un quinto posto in Champions nella prossima stagione. E a quel quinto posto, attualmente della Roma, aspira il Napoli che ha quattro punti in meno dei giallorossi. Ancor meglio, però, sarebbe riacciuffare il Bologna, quarto, che sugli azzurri ha sette lunghezze di vantaggio. Impresa non facile, sia chiaro, ma è doveroso provarci considerando anche che felsinei, Roma e Atalanta saranno presto di scena al Maradona. Attenzione, però, ogni ragionamento fatto finora potrebbe essere vano se domenica sera non si facesse risultato sul campo della capolista Inter. Sfida da ultima spiaggia per il Napoli in chiave rincorsa Champions. Osimhen ha svolto lavoro personalizzato in campo per un affaticamento muscolare, ma dovrebbe farcela. Intanto dopo una settimana di ritiro è tempo di vigilia in casa Salernitana che è a un passo dalla retrocessione in B. Domani alle 18 all'Arechi arriverà il primo Lecce di mister Gotti. Gara non banale per Fabio Liverani ex vincente sulla panchina salentina, ma che in granata cerca ancora il primo successo. Fuori Pierozzi per infortunio e Kastanos per squalifica. In dubbio Fazio per un problema alla caviglia. Recuperato Gyomber. Dovrebbero esserci anche Boateng e Manolas. 

Nel servizio la voce di Fabio Liverani, allenatore della Salernitana