Spazi negati all'infanzia

Napoli, la svolta green è in ritardo. Degrado a piazza Cavour e Santa Chiara

Aperti i cantieri al Parco del Poggio e al San Gaetano Errico di Secondigliano, si aspetta l'avvio dei lavori alla Villa Comunale e al Virgiliano

La svolta green del 2024 annunciata dal Comune di Napoli procede più lentamente del previsto. I lavori alla Villa Comunale e al Virgiliano, inizialmente previsti entro il primo trimestre, dovrebbero partire il mese prossimo. 

Già aperti, invece, i cantieri al Parco del Poggio dei Colli Aminei e al San Gaetano Errico di Secondigliano, a breve toccherà al San Gennaro al Rione Sanità, al parco Fratelli De Filippo di Ponticelli e al parco Ciro Esposito di Scampia. 

Con il rilancio di piazza Cavour cambieranno look anche i suoi giardinetti, dove al momento vince il degrado, ambientale e sociale. Rifiuti sul prato, sulle panchine e persino negli alberi, manca completamente un’area giochi che c’è invece a Santa Chiara, con una manutenzione tuttavia deficitaria. 

Pochi i bambini su scivoli e altalene, l’impatto negativo è rafforzato dalla presenza di un complesso monumentale di rara bellezza accanto. Andrebbe replicato quanto fatto ai Giardini del Molosiglio, dove il verde risplende anche con il maltempo.