Napoli Queer Festival, i mille colori del mondo

Dal 19 al 24 marzo la kermesse nata dalla collaborazione tra Compagnia teatrale Enzo Moscato e Casa del contemporaneo.

Uno spazio teatrale, la sala Assoli, storico luogo di sperimentazione e libertà e un festival che dal 19 al 24 marzo ,attraversando le tante sfumature del queer, diventa specchio  per  riconoscere e accogliere  le differenze."Un atto artistico e politico, dice il curatore Giuseppe Affinito, in una città storicamente inclusiva".Con la compagnia teatrale Enzo Moscato e la Casa del contemporaneo anche Teatro Nuovo, Quartiere Intelligente, Centro studi sul teatro napoletano, meridionale ed europeo. 40 artisti per  coniugare teatro e arti performative ,mostre, proiezioni cinematografiche, un incontro sugli anni '80 e il movimento di liberazione omosessuale.Incontro al quale Enzo Moscato, testimone e protagonista di quegli anni, teneva molto. La musica, con l'hard neomelodic di ‘Nziria  e il monologo di apertura  affidato a Mariano Gallo, in arte Priscilla che spiega “Sono stata la prima drag queen ad esibirsi a Napoli, 24 anni fa. A lungo ho considerato Priscilla solo un personaggio dei miei spettacoli, fino ad accoglierla come parte di me, una parte intima e profonda. Il monologo e’ la storia del rapporto tra Mariano e Priscilla".