Ostacoli sui binari Circum, i sindacati: "Servono lavori sulla rete e controlli"

Nel mirino dei vandali forse il piano Eav per la chiusura dei passaggi a livello. La Procura ipotizza l'attentato alla sicurezza dei trasporti

Era stato chiaro Umberto De Gregorio, presidente Eav, al termine del tavolo per l'ordine e la sicurezza convocato ieri in prefettura a Napoli su una possibile regia unica dietro al posizionamento di ostacoli come una vasca da bagno e un frigorifero - questi i due casi più eclatanti - sui binari della Circumvesuviana a Pompei. E in questa direzione sembra andare anche la procura di Torre annunziata che ipotizza il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti, che è anche il tema posto dai sindacati per l'incolumità di lavoratori e utenti messa a rischio da questi atti. Sulla matrice di questi eventi ancora non ci sono certezze, ma il nodo della chiusura dei passaggi a livello - quattro solo a Pompei - e di chi si oppone al piano presentato dall'azienda è centrale.

Nel servizio le interviste a Umberto De Gregorio, presidente Eav, a Carmine Maresca Filt Campania Cgil, a Giuseppe Abruzzese, Uil trasporti Campania e a Giuseppe De Rosa Cisl Trasporti Campania.