La proposta

Sanità, un "patto" tra sindacato e ordini professionali per trattenere i talenti

Ogni anno le università campane offrono al mercato del lavoro 1000 professionisti, molti di loro sono costretti a emigrare per esercitare

Un “patto” tra il sindacato e gli ordini delle professioni sanitarie di Napoli con l’obiettivo di formare i giovani nel settore e assumerli subito dopo qui, in Campania: un’opportunità per loro e per il territorio che coprirebbe così la sua atavica carenza di organico nella sanità e, al tempo stesso, non lascerebbe partire i propri talenti. La Cisl Funzione Pubblica dell’area metropolitana partenopea e i presidenti dei 4 ordini più numerosi, si sono confrontati su quella che ha qualcosa di più di una proposta suggestiva. Far sì circa mille professionisti che vengono ogni anno formati nelle nostre università possano contribuire alla crescita della regione. 

Nel servizio gli interventi di Luigi D’Emilio, Segretario Generale CISL FP Napoli e Lorenzo Medici, Segretario Generale CISL FP Campania