Prima condanna per l'omicidio di Francesco Pio Maimone

Sei anni di carcere per Rocco Sorrentino, custode di una pistola compatibile con l'arma del delitto

Sei anni di carcere con il rito abbreviato per Rocco Sorrentino, custode di una pistola compatibile con l'arma che ha ucciso il diciottenne innocente Francesco Pio Maimone, a Mergellina, il 20 marzo dell'anno scorso. 

Gli investigatori che indagavano sul clan Valda Aprea dell'area orientale di Napoli avevano intercettato una videochiamata in cui Sorrentino aveva in mano una pistola e Valda gli spiegava come maneggiarla. 

Il 20 marzo, a un anno dalla morte di Francesco Pio Maimone, una messa per ricordarlo nella chiesa di San Lorenzo a Pianura e una fiaccolata nelle strade del quartiere per chiedere ancora una volta giustizia.