Realtà virtuale e stampanti 3D, al Picentia la didattica è avveniristica

I progetti dell'istituto comprensivo di Pontecagnano Faiano. Un ponte tra la vecchia declinazione delle scienze e le nuove tecnologie

Visori speciali per studiare la geografia attraverso la realtà virtuale, sensori per suonare un pianoforte sfiorando la frutta, stampanti 3D per creare una caffettiera e, attraverso di essa, studiare il disegno tecnico e le fonti di calore.

Sono solo alcuni degli esempi di come le nuove tecnologie hanno cambiato la didattica nell'istituto comprensivo Picentia di Pontecagnano Faiano, a sud di Salerno.

Nel servizio le interviste ad Adriano D'Ambrosio, docente di scienze; Ginevra De Majo, dirigente scolastica; Milena Sacco, docente coordinatrice di matematica e scienze; Emanuele, studente; Giovanni Fattorusso, docente di tecnologia.