Salernitana, Dia fuori squadra

La decisione del patron Iervolino. L'attaccante si allena da solo. Il Napoli torna al lavoro dopo il successo sulla Juve. Venerdì c'è il Torino

La sbornia per la vittoria contro la Juventus è già alle spalle. Dopo un giorno di riposo, il Napoli oggi torna al lavoro. Testa e gambe proiettate verso un ciclo di gare che possono decidere la stagione e quella futura. Venerdì al Maradona arriva il Torino contro il quale gli azzurri cercheranno il terzo successo consecutivo, traguardo mai raggiunto in questa stagione: l’ennesimo record negativo da cancellare in quella disperata rincorsa a un posto in Europa. Tra una settimana esatta, poi, il ritorno degli ottavi di Champions contro il Barcellona per poi rituffarsi nel campionato con le sfide contro Inter e Atalanta. Serve il miglior Napoli per proseguire la scalata della classifica che vede ora gli azzurri sesti, a -3 dall'Atalanta e e -4 dalla Roma, e a -8 dal Bologna quarto.
In casa granata, ieri, il faccia a faccia di tecnico e giocatori con il Presidente Danilo Iervolino che ha bollato come inaccettabili i comportamenti di chi non dimostra attaccamento alla maglia. Dopo il rifiuto di Boulaye Dia, sabato a Udine, di andare in campo, da ieri l’attaccante senegalese si allena separatamente dal gruppo. Per tutti gli altri il messaggio del patron è stato: “Ora dobbiamo essere uniti e remare nella stessa direzione e dimostrare a tutti quanto valiamo”.