Fondi coesione bloccati, presidio davanti la sede della Regione Campania

Manifestazione della Slc Cgil, il braccio di ferro tra il Governo e palazzo Santa Lucia mette a repentaglio stipendi e rassegne

Attori, imprenditori e maestranze del mondo dello spettacolo di nuovo in piazza, stavolta davanti palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, per lanciare un grido d'allarme. Con il perdurante blocco dei fondi di coesione e sviluppo spettanti alla Campania, sono a repentaglio non solo gli stipendi di tanti addetti ai lavori, ma l'organizzazione stessa di importanti manifestazioni come il Giffoni Film Festival e il Campania Teatro Festival. Secondo la Slc Cgil, solo a Napoli e provincia, sono diecimila i posti di lavoro nel settore dello spettacolo, incluso l'indotto. Nell'incontro che la delegazione sindacale ha avuto con l'assessore regionale Felice Casucci, è stata chiesta l'istituzione di un tavolo di monitoraggio per la programmazione, l'assegnazione e la spesa dei fondi destinati al comparto culturale campano.

Nel servizio, le interviste all'attrice Nunzia Schiano, a Lello Serao, direttore del Teatro Area Nord, Gianluca Daniele, segretario Slc Cgil Napoli e Campania e Mariolina Castellone, senatrice del Movimento Cinque Stelle.