Verso il Barcellona, Calzona spera di recuperare Ngonge

Azzurri al lavoro in vista del ritorno degli ottavi di Champions di martedì

Ha lasciato l'amaro in bocca il pari interno col Torino, occasione mancata per allungare in classifica. Ma il Napoli di Calzona continua a convincere sul piano del gioco e dello spirito messo in campo. Brilla la stella di Kvaratskhelia, autore di una prestazione sontuosa. L'augurio è che possa ripetersi martedì sera a Barcellona nella gara di ritorno degli ottavi di Champions. Si parte dal'1-1 dell'andata. Si spera di recuperare dall'infortunio Ngonge. Al rientro anche Rahmani, tenuto a riposo precauzionale contro i granata. Tanti gli indisponibili invece nelle fila del Barca.
Notte fonda a Salerno. Il tonfo con il Cagliari ha spento le residue speranze di salvezza. Il 4-2 pesa come un macigno sul destino della squadra di Liverani, affondata dalle reti Lapadula, Gaetano e Shomurodov. Sul 3-0 i granata avevano avuto un sussulto con Kastanos e Maggiore. L'ennesima illusione. A fine partita i duecento tifosi arrivati in Sardegna hanno voltato le spalle ai giocatori.