La rinascita

La camorra la usava come discarica, ora Soglitelle è un'oasi naturalistica

L'area sequestrata nel 2005 è stata affidata alla Lipu che lavora per trasformarla in un volano del turismo sostenibile

L'oasi naturalistica di Soglitelle, nel comune di Villa Literno, per anni è stata terra di bracconaggio e discarica di rifiuti speciali, un'area gestita dalla camorra. Poi nel 2005 il sequestro fino alla confisca. Oggi la rinascita affidata alla Lipu, la Lega Italiana Protezione Uccelli, e ad altri partner.

Nel servizio le interviste a Valerio Di Fraia, sindaco di Villa Literno, Giovanni Sabatino, commissario ente riserve naturali Foce Volturno, Costa di Licola e Lago Falciano, Giovanni Allucci, direttore generale Agro Rinasce, generale Ciro Luongo, comandante Legione Carabinieri Forestali Campania, Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania, Alessandro Polinori, presidente nazionale Lipu