Abusi sulle 2 cuginette a Caivano, i 7 minori chiedono la messa alla prova

Il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale per i minorenni di Napoli dovrà pronunciarsi sulla misura alternativa alla detenzione. I 2 maggiorenni a processo con rito abbreviato

Mentre i due maggiorenni hanno richiesto il processo con il rito abbreviato, i sette minori accusati dello stupro di gruppo al Parco Verde di Caivano ai danni di due cuginette hanno chiesto, attraverso i loro legali, di poter beneficiare dell'istituto della messa alla prova, un percorso di riabilitazione alternativo alla detenzione.

Su questa richiesta dovrà ora prounciarsi, dopo i pareri di pm e gip, il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale per i minorenni di Napoli. I sette hanno ammesso le proprie responsabilità.

Le due bimbe vittime degli abusi, a gennaio, in sede di incidente probatorio, con un interrogatorio protetto, hanno fornito elementi che hanno permesso di cristallizzare le prove già raccolte a carico del branco.