"Binario d'oro", all''udienza nessun verbale di Sandokan

Non c'è stato alcun deposito di dichiarazioni di Francesco Schiavone

Nuova udienza del processo “Binario d'oro” che ad oggi assume una valenza extragiudiziaria. Imputati due cugini di Francesco Schiavone detto “Sandokan” Nicola e il fratello Vincenzo Schiavone da più pentiti (tra cui Giuseppina Nappa e Nicola Schiavone) indicati come il braccio imprenditoriale del clan dei Casalesi. Al centro del dibattimento estorsioni e lavori acquisiti con metodo mafioso dai due Schiavone nel settore degli appalti ferroviari. Nessun deposito di dichiarazioni di Francesco "Sandokan" Schiavone, la cui collaborazione con la giustizia è stata resa nota.