Via Morghen, la rabbia degli sfollati: "Da un mese e mezzo senza una casa"

La riapertura al traffico dopo la chiusura della voragine non ha risolto i problemi dei residenti del civico 63

La riapertura al traffico di via Morghen, dopo la chiusura della voragine apertasi lo scorso 21 febbraio, non ha risolto i problemi degli sfollati del civico 63, da un mese e mezzo ancora senza casa.

Nel servizio l'intervista a una residente costretta a cercare alloggio altrove, Paola Montefusco.