Il virus torna a correre, ma fa meno paura

Oltre 5 mila nuovi contagi in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore. Mai così alti da metà febbraio. Ricoveri sotto controllo. 9 i decessi.

Il virus torna a correre, ma fa meno paura
Ansa
L'esecuzione di un tampone per il Covid

Oltre 5 mila nuovi casi in un giorno, non succedeva da metà febbraio. Da quando, cioè, cominciava a calare l'ondata record partita a Natale.
Lo stato d'emergenza finisce, ma il virus circola ancora molto, anche in Emilia-Romagna. 

L'ultimo bollettino conta 5.239 nuovi positivi, l'incidenza nell'ultima settimana è salita a circa 630 casi ogni centomila abitanti. Un mese fa era sui 300. Negli ormai vecchi dpcm con le prime restrizioni anti-covid, bastava raggiungere 150 per far scattare i primi allarmi. 

Ma la situazione oggi è diversa: il 95 percento degli over 12 in regione si è vaccinato e la pressione sugli ospedali non preoccupa. 
36 i pazienti nelle terapie intensive da Piacenza a Rimini, due mesi fa erano 150. In leggera crescita i ricoveri nei reparti non critici, dove ora ci sono 1.114 persone. Cifre, queste ultime, che si sono mantenute più o meno stabili nell'ultimo mese, con età medie dei degenti sempre intorno ai 70 anni. Segno che il covid è ancora una malattia che può essere insidiosa, soprattutto per i soggetti più fragili come gli anziani. 
9, infine, i decessi segnalati nelle ultime 24 ore.

“Passata l'emergenza si apre la fase della convivenza col virus " commenta l’assessore regionale alla salute Raffaele Donini. Che raccomanda comunque comportamenti prudenti, come l'uso della mascherina, visto il rialzo dei casi degli ultimi giorni. E non manca di appellarsi a chi ancora non si è vaccinato. "Affidiamoci alla scienza - dice Donini - la stragrande maggioranza degli emiliano-romagnoli lo ha già fatto".