In marcia per la pace

Circa un migliaio le persone che hanno preso parte alla manifestazione

In marcia per la pace
TGR EMILIA - ROMAGNA
Il corteo a Monte Sole.

Arriva dai luoghi simbolo dei crimini nazisti un nuovo appello per fermare la guerra.

Sono in centinaia ad essersi messi in marcia nel pomeriggio da Monte Sole, sull'appennino bolognese - teatro di uno degli eccidi più tragici del secondo conflitto mondiale - per chiedere la pace in Ucraina. Il corteo - guidato dai sindaci di Marzabotto, Bologna e Grizzana Morandi - si è diretto verso il cimitero di Casaglia. Tante le realtà che hanno aderito, da Amnesty International a Emergency, Libera e la Comunità di Sant'Egidio.

Diverse le iniziative "gemelle" in corso in tutto il paese - in altri luoghi simbolo della memoria. In regione in particolare un altro appuntamento è fissato al Museo del Deportato di Carpi con il coinvolgimento della Fondazione Fossoli e del Comune, mentre in serata una grande bandiera della pace verrà posta al museo Casa Cervi a Gattatico, nel reggiano.