"Per le vittime choc incalcolabile"

Processo sulla strage del 2 agosto 1980: proseguono le arringhe dei legali delle parti civili

"Per le vittime choc incalcolabile"
TGR Emilia-Romagna
Un'udienza del processo sui mandanti della strage del 2 agosto

"Il lutto non verrà mai elaborato, non è superabile, perché le vittime non si rendono conto del loro coinvolgimento nella strage. Gli effetti si vedono nel breve e lungo periodo". Lo ha detto l'avvocato Lisa Baravelli, che fa parte del collegio di parte civile, durante la sua arringa nell'ambito del nuovo processo sulla strage del 2 agosto 1980, che vede come principale imputato l'ex di Avanguardia Nazionale, Paolo Bellini, accusato di concorso nella strage del 2 agosto 1980.

Baravelli, nel parlare degli effetti provocati dall'attentato sulle vittime nel lungo periodo, ha fatto l'esempio di una donna che assiste come parte civile. "All'epoca non aveva ancora compiuto 11 anni ed era in stazione. Lo choc della strage le ha procurato una danno incalcolabile, dal 2 agosto ogni giorno, ogni notte, ogni ora, ogni 5-10 minuti, lei emette un urlo. Un urlo che può essere di tonalità differenti, anche molto forte. Questo dramma le ha provocato dolori fisici - ha aggiunto - ha subito varie operazioni e ha dovuto fare diverse sessioni di terapia che non hanno curato la sua sofferenza. Questo trauma le ha provocato effetti devastanti, come non poter andare a scuola o al cinema, sentirsi sempre giudicati e sotto gli occhi di tutti. Questa è una sofferenza incolmabile - ha concluso il legale -, inoltre questo urlo costante di sofferenza e paura le rievoca il ricordo della strage. Questo è un esempio reale di questa orrenda strage. Le persone rimangono imprigionate nel loro ruolo di vittime".

Dopo l'avvocato Baravelli è intervenuta la collega Alessia Merluzzi, anche lei del collegio di parte civile, che ha sottolineato l'importanza del giudice Mario Amato - ucciso il 23 giugno 1980 dai Nar Gilberto Cavallini e Luigi Ciavardini - nel ricostruire la galassia dei gruppi neofascisti dell'epoca e le loro connessioni con i servizi segreti deviati.