Arrampicata: Coppa Italia a Ferrara, 143 in gara

Assegnata a Bressanone prova di Coppa del Mondo tolta a Mosca

Arrampicata: Coppa Italia a Ferrara, 143 in gara
Ansa
ANSA

Sguardo fisso al top, in zona Coppa Italia, ma proiettati verso Meiringen, dove il 9 e 10 aprile si disputerà la prima prova di Coppa del mondo DI Arrampicata nella specialità di Boulder. Intanto il climbing azzurro può guardare avanti, perché l'evento di Coppa del Mondo Boulder inizialmente fissato a Mosca è stato da pochi giorni riprogrammato a Bressanone dal 10 al 12 giugno 2022. E così la Boulder World Cup Brixen 2022 sarà il primo evento Ifsc che si svolgerà in Italia da quando i Mondiali giovanili del 2019 si svolsero ad Arco di Trento. Però domani e domenica è tempo di scalare altre placche e pareti. C'è la terza prova di Coppa Italia in programma a Ferrara sulle pareti della Deva Wall. 

Molto attesa per constatare lo stato di salute dei climbers azzurri alla vigilia dell'appuntamento in Svizzera. Da 16 comitati regionali della Federazione (Abruzzo, Bolzano, Campania, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Trento, Umbria, Marche, Sicilia, Toscana, Veneto, Liguria, Molise, Friuli Venezia Giulia) arrivano i 143 iscritti alla prova verso i top, con 69 atleti 74 atlete con la magnesite tra le dita. Nel boulder, nello specifico, ci si arrampica, attraverso passaggi sui blocchi, dallo start al top fissato ai 5 metri, senza imbragatura ma con materassi anticaduta. Sui muri estensi torneranno a cimentarsi i due campioni italiani in maglia Fiamme Oro, nonché leader del ranking Italiano: Camilla Moroni, vincitrice delle prime due prove di Coppitalia ad Aquila e a Prato, e Filip Schenk. 

Assenti precauzionalmente in vista della imminente trasferta di Coppa del mondo oltralpe sia Laura Rogora, sia l'altotesino Michael Piccolruaz. Sulle pareti del maschile, la concorrenza è ampia e la vittoria può arrivare per molti in base ai tentativi di risoluzione dei blocchi. Sfida aperta insomma; in gara oltre a Schenk ci saranno il vignolese Ludovico Fossali, il reggiano Marcello Bombardi, primo a Prato, oltre al campione italiano assoluto 2021, il faentino Giovanni Placci.