Febbre da Gran Premio, in fila sotto la pioggia per comprare i biglietti a Imola

Inizia il lungo weekend di passione per i tifosi della Formula 1, il maltempo non frena l'entusiasmo. Oggi le prove libere, poi le qualifiche

Febbre da Gran Premio, in fila sotto la pioggia per comprare i biglietti a Imola
Ansa
Tifosi in fila per acquistare i biglietti per il Gran Premio

Continua a piovere su Imola e la pioggia sarà una delle variabili della prima giornata del weekend del Gran Premio di Rolex del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna di F1, quarta prova del Mondiale. Il maltempo gonfia il fiume Santerno che attraversa la città e costeggia l'autodromo 'Enzo e Dino Ferrari', ma non ferma l'afflusso di tifosi e appassionati attesi in oltre 130mila nei tre giorni di gare. È il ritorno del pubblico a Imola dopo 16 anni, dopo le due gare del 2021 con le restrizioni della pandemia. Tanti camper e roulotte nei prati e dalle prime ore del mattino una fila persone con ombrelli e impermeabili, non pochi rossi e marchiati dal Cavallino della Ferrari, si avvicinano agli spalti del circuito, si fermano a scattare foto con le tribune sullo sfondo o nei pressi del monumento intitolato ad Ayrton Senna, il pilota brasiliano che morì a Imola il primo maggio 1994. Dopo le prove libere, dalle 17 alle 18 le qualifiche, il primo momento chiave del weekend per la griglia di partenza della gara sprint di domani, il mini Gp di 21 giri che assegna punti e le posizioni di partenza di domenica. Nell'autodromo saranno in azione anche la Formula 2, la Formula 3 e la Porsche Supercup, nella quale esordisce sulle quattro ruote il tri-campione del mondo MotoGP Jorge Lorenzo.

Le voci dei tifosi nel servizio di Nicola Zanarini