Il fascino intramontabile della signora di Klimt

Piacenza. La mostra dedicata al "Ritratto di Signora" uno dei punti di attrazione in questa Pasquetta. Che vede il ritorno dei turisti nelle città d'arte

Il fascino intramontabile della signora di Klimt
TGR EMILIA ROMAGNA
Il "Ritratto di signora" di Klimt

Gli occhi azzurri, le guance arrossate, la signora dipinta da Gustav Klimt è uno dei punti di attrazione di Piacenza in questa Pasquetta che vede il ritorno dei turisti nelle città d'arte. 
La mostra appena inaugurata negli spazi della Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi e dell'XNL  Piacenza Contemporanea, attira i visitatori non solo perché è una rassegna di grande livello con opere che raccontano il clima della Secessione viennese, ma anche perché il mistero del furto del quadro - trafugato nel 1997 e rocambolescamente ritrovato nel 2019 - ha infiammato la fantasia, degli amanti dell'arte e dei cultori del giallo.
Ora la signora di Klimt -  uno dei 3 quadri del pittore austriaco conservati in Italia - potrà nuovamente  incrociare lo sguardo dei visitatori e forse rivelare una parte del suo mistero insieme alle 160 opere, sculture, disegni, grafiche e oggetti d'arredo, che raccontano come si sviluppò e fiorì quella primavera viennese destinata a frantumarsi con l'arrivo della prima guerra mondiale