La musica di Bologna per l'Ucraina

7mila al concerto in Piazza Maggiore per gridare "No alla guerra"

La musica di Bologna per l'Ucraina
TGR Emilia Romagna
Il concerto per la pace in Piazza Maggiore

Una piazza per la pace, una piazza che si è ritrovata dopo due anni di Covid, che si è stretta attorno all'Ucraina martoriata dal conflitto. Piazza Maggiore, a Bologna, è stata la protagonista del concerto “Tocca a noi”: 7mila persone hanno partecipato al grande evento per dire “No alla guerra” e per raccogliere aiuti per i bambini ucraini attraverso Save the Children. 
Il concerto è nato quasi per caso, con un tweet de La Rappresentante di Lista. Sono stati loro a lanciare la proposta di una iniziativa musicale per la pace, una idea raccolta da molti colleghi e rilanciata dal sindaco di Bologna, Matteo Lepore, che si è reso disponibile per organizzarla.  Sul palco sono così saliti gli Zen Circus, Elisa, Rancore, Brunori, i Fast Animal e Slow kids, Gaia, Elodie, Noemi, Paolo Benvegnù. Fra i protagonisti anche Diodato. E se La Rappresentante di Lista è stata di fatto l'organizzatrice del concerto, il mattatore della serata è stato il padrone di casa, Gianni Morandi, che aveva già suonato nelle settimane scorse, alla manifestazione contro la guerra organizzata dal Comune, nella stessa piazza.