Scoperti tre baby rapinatori

Indagine dei Carabinieri di Casalecchio di Reno, nel bolognese, dopo alcune aggressioni. Vittime giovani adolescenti

Scoperti tre baby rapinatori
TGR Emilia Romagna
Un'auto dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Casalecchio di Reno hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni dell’Emilia Romagna, emessa nei confronti di tre minorenni: due ragazzini di 15 anni e uno di 16, indagati per rapina e lesioni personali. L'indagine è partita nel maggio 2021, quando un giovane subì una rapina da parte di alcuni coetanei mentre si trovava alla Stazione Ferroviaria di “Casalecchio Garibaldi”. All’arrivo dei Carabinieri, il giovane riferì di essere stato preso a pugni, privato del suo berretto e di una collanina d’argento, da un gruppo di ragazzi, di cui uno armato di coltello. Il giovane fu poi medicato all’Ospedale Maggiore di Bologna, dove venne dimesso con una prognosi di 5 giorni. Un episodio simile avvenne poi a giugno 2021: in quell'occasione la vittima fu un 15enne, venne aggredito e rapinato all’uscita da scuola. L'episodio venne poi denunciato ai Carabinieri. Ad un altro 15enne, infine, venne rubato il cellulare nel febbraio di quest'anno davanti al Centro Commerciale Meridiana di Casalecchio di Reno: l'adolescente aveva messo in vendita il telefonino su internet, ma all'appuntamento si presentò un gruppo di ragazzi, che lo minacciò con un cacciavite. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, i Carabinieri hanno identificato gli autori delle tre aggressioni: sono tutti giovani stranieri, da sempre residenti in Italia. Due di loro sono adesso agli arresti domiciliari. Un terzo, colpito dalla misura cautelare delle prescrizioni, dovrà rimanere in casa al di fuori delle normali attività scolastiche e lavorative.