I bianconeri si impongono 73-83 nella semifinale in gara secca

La Virtus sbanca Valencia ed è in finale di Eurocup

La squadra di Sergio Scariolo domina gli spagnoli e guadagna il diritto di giocare in casa la partita che vale il trofeo e un posto in Eurolega. Mercoledì 11 maggio la sfida con i turchi del Bursaspor.

La Virtus sbanca Valencia ed è in finale di Eurocup
Eurocup
Belinelli esulta con Hackett

La Virtus sfodera la partita perfetta nella serata più importante della sua stagione europea e ammutolisce gli 8.000 della Fonteta, diventando la prima squadra italiana a conquistare la finale di Eurocup in 19 edizioni. Gli arancioni di casa partono bene ma non vanno oltre il +4 sul 17-13, poi Belinelli e compagni piazzano un parziale di 12-0 con una tripla e una magia da Nba del talento di San Giovanni in Persiceto. E così alla prima sosta breve la squadra di Scariolo è avanti di 8. Uno strappo che gli spagnoli non riusciranno più a ricucire. Nel secondo periodo anche Shengelia, Weems e Teodosic contribuiscono ad allargare il divario fino a 14 lunghezze. Al ritorno in campo dopo il 38-50 dell'intervallo lungo, Rivero sfrutta i problemi di falli di Jaiteh segnando due canestri da sotto. I punti di scarto calano a 5 all'inizio degli ultimi 10 minuti sul 57-62. Poi gli iberici risalgono a un solo possesso di distanza sul -3, ma le Vu nere non tremano e danno la spallata decisiva con un 10-0 firmato da Belinelli con un'altra azione da Nba, da Sampson con un gioco da tre completato dopo una splendida acrobazia, da Hackett con una pesantissima tripla e da Cordinier con un'entrata in contropiede. 13 punti sono troppi da rimontare in 4 minuti, anche perché i piccoli di Valencia sparacchiano a salve da 3, e un sempre più concreto Sampson mette il punto esclamativo sul trionfo con una schiacciata dopo un tunnel a Dubljevic da parte di Shengelia, miglior marcatore bianconero con 15 punti, uno più di Belinelli. In doppia cifra anche Teodosic a quota 12 e Sampson con 10 punti e 3 stoppate. E mercoledì prossimo la Virtus potrà giocare in casa la finale in gara secca con i sorprendenti turchi del Bursaspor, reduci da tre colpi esterni contro Partizan, Lubiana e Andorra. Chi vince si qualifica per l'Eurolega, ma anche la finalista avrà grandi possibilità di entrare fra le magnifiche 18 d'Europa visto l'attuale congelamento di tre squadre russe.