Zuppi: "Rinnovare il dialogo tra le chiese per superare ogni nazionalismo"

Alla processione per la risalita al Colle della Guardia della Madonna di San Luca ucraini e russi insieme, un gesto di pace nato per la volontà dell'arcivescovo di Bologna

Zuppi: "Rinnovare il dialogo tra le chiese per superare ogni nazionalismo"
TGR Emilia Romagna
La preghiera a Porta Saragozza del Cardinal Zuppi con i rappresentanti della chiesa greco cattolica ucraina e ortodossa russa

L'arcivescovo di Bologna, il cardinale Matteo Maria Zuppi, ha dedicato la processione per la risalita al Colle della Guardia dell'immagine della Madonna di San Luca alla pace
e, come primo atto liturgico da presidente della Cei, ha voluto un gesto significativo, far camminare simbolicamente insieme, accanto a sé, i russi e gli ucraini.
Nella processione, infatti, Zuppi è accompagnato dal Vescovo Ambrozie, vicario per i fedeli ortodossi moldavi in Italia e Monsignor Dionisio Lachovicz, Esarca Apostolico per i
fedeli ucraini in Italia. 

“Il comandamento di nostro Signore - ha detto il cardinale Zuppi - è amarci gli uni gli altri. Ci deve spingere a rinnovare il dialogo dentro le chiese e tra le chiese. E speriamo che camminare insieme, come oggi, sia anche una indicazione perché insieme i cristiani possano ritrovare la via della pace”.

Nel servizio di Francesco Rossi le interviste all'Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, a Padre Serafim Valeriani Ropa della Chiesa ortodossa di San Basilio a Bologna, e a Monsignor Paulo Dionisio Lachovicz, Esarca Apostolico per i fedeli cattolici ucraini di rito bizantino residenti in Italia.