Dall'Europa 4,5 milioni per lo sviluppo digitale all'Emilia Romagna

Grazie al progetto ER2Digit, vinto il bando europeo per la transizione delle imprese

Dall'Europa 4,5 milioni per lo sviluppo digitale all'Emilia Romagna
ANSA
ANSA

Con il progetto 'ER2Digit', nato nella Data Valley, la Regione Emilia-Romagna, ha partecipato e vinto il bando della Commissione Europea, nell'ambito del Programma Europa Digitale, per la creazione e lo sviluppo della rete europea dei Digital Innovation Hub. 

Il progetto è stato presentato da Art-ER e coinvolge gli altri i partner dell'Hub di innovazione digitale regionale, Lepida e Cineca. Si tratta di uno dei 13 progetti italiani che hanno superato il vaglio della Commissione, tra i 41 che avevano risposto alla procedura di selezione avviata nell'agosto 2020 a livello nazionale. Un successo con cui l'Emilia-Romagna si aggiudica 4,5 milioni di finanziamenti europei. I progetti vincitori andranno a costituire la rete dei Poli europei di innovazione digitale a cui affidare il compito di assicurare la transizione digitale delle imprese, in particolare di piccole e medie dimensioni e del settore pubblico, attraverso l'adozione delle tecnologie digitali avanzate, intelligenza artificiale, calcolo ad alte prestazioni e sicurezza informatica. 

Per svolgere le proprie attività, l'hub si avvarrà inoltre delle competenze e capacità di ricerca e sperimentazione dei 90 laboratori industriali e centri di innovazione accreditati della 'Rete Alta Tecnologia', che vanta un fatturato annuo di 26 milioni di euro di contratti di ricerca e 30 milioni di euro di progetti di R&S finanziati con fondi pubblici. "La Data Valley si rafforza ulteriormente - ha detto l'assessora regionale all'Agenda digitale, Paola Salomoni-, ora entriamo nella rete delle strutture che accompagneranno la trasformazione digitale del territorio dell'Unione Europea. Rafforziamo il sistema che supporta le politiche di innovazione digitale del territorio, pronti a sviluppare nuovi strumenti nell'ambito dei big data, dei gemelli digitali e delle applicazioni a supporto degli emiliano-romagnoli".