Confiscati beni per 450mila euro ad un imprenditore

Operazione della guardia di finanza. L'uomo è stato condannato dal gup del tribunale di Ravenna per i reati di bancarotta fraudolenta, frode fiscale e falso in bilancio

Confiscati beni per 450mila euro ad un imprenditore
GDF
Operazione della guardia di finanza

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna hanno confiscato beni per un valore di 450.000 euro a un imprenditore di origini campane. 

Il provvedimento in esecuzione della sentenza di condanna definitiva a due 2 anni di reclusione per i reati di bancarotta fraudolenta, frode
fiscale e falso in bilancio emessa dal gup del Tribunale di Ravenna. L'uomo era amministratore unico di una società ravennate, poi fallita, nel
settore delle costruzioni meccaniche ''On e Offshore''.

Dalle indagini delle fiamme gialle, coordinate dalla Procura, era emerso che il condannato, negli anni immediatamente precedenti al fallimento della società
amministrata, dichiarato nel 2016, aveva attuato una serie di operazioni con l'intento di svuotare le casse sociali.