Siccità, ok dal Governo allo stato di emergenza. Per l'Emilia-Romagna 10,9 milioni di euro

E' la cifra più alta fra le Regioni, ed era quella chiesta dalla giunta Bonaccini per i primi interventi urgenti sul fronte degli usi civili: autobotti, nuovi impianti di pompaggio. Presto la nomina di un commissario straordinario nazionale

Siccità, ok dal Governo allo stato di emergenza. Per l'Emilia-Romagna 10,9 milioni di euro
Ansa
Il Po in secca

 

In una seduta lampo il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza per le aree più colpite dalla siccità. Saranno stanziati 36 milioni di euro per cinque regioni: l'Emilia-Romagna a cui andranno 10,9 milioni - la cifra più alta - il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia, il Piemonte e il Veneto.

Presto arriverà anche un altro decreto con la nomina di un commissario straordinario nazionale per l'emergenza, che resterà in carica probabilmente sino a fine 2024. Entro quella data infatti Palazzo Chigi vorrebbe portare a termine almeno una ventina di infrastrutture per fare fronte a periodi di siccità.

Con lo stato di emergenza partiranno dunque anche i primi risarcimenti alle Regioni per i lavori già fatti per fronteggiare la crisi, ma anche per nuovi investimenti.

L'Emilia Romagna aveva chiesto in totale 36 milioni 700 mila euro. La cifra stanziata ora dal Governo è praticamente quella che la giunta di Stefano Bonaccini aveva stimato come necessaria per i primi interventi di massima urgaenza già effettuati o da effettuare nell'immediato futuro: per esempio la fornitura con autobotti, lo scavo di pozzi, la posa di nuove condotte e di sistemi di pompaggio. Altri tre milioni di euro erano stati chiesti per gli impianti irrigui in agricoltura. Mentre il resto della cifra chiesta da viale Aldo Moro - quasi 20 milioni di euro - dovrebbe servire per interventi a più lungo termine. “Ringrazio il Governo e il presidente Draghi per l'accoglimento e il varo dello stato diemergenza per l'Emilia-Romagna che avevamo richiesto. Un ottimo segnale di attenzione in tempi brevi”, ha scritto in una nota il presidente della Regione, che si è detto certo che gli altri fondi arriveranno.

Il servizio di David Marceddu, montaggio di Matteo Cotugno.