Guerra di baby gang a Modena

Un'indagine della Squadra Mobile, coordinata dalla Procura dei minori, ha portato a diverse denunce

Guerra di baby gang a Modena
Ansa
Ancora baby gang

Battaglie iniziate sui social e terminate con risse strada a suon di botte, violenti liti partite da discussioni banali che hanno coinvolto decine di giovanissimi e anche di
giovanissime. Oltre a episodi di bullismo, rapine ed estorsioni per dimostrare la supremazia sul gruppo avversario. E' quanto emerso in un'indagine della Squadra Mobile di Modena, coordinata dalla Procura per i minorenni di Bologna. Al centro dell'inchiesta il conflitto tra due bande rivali tra loro, che hanno spaventato per mesi la città.

Una gang si chiama “Daisan 216”, l'altra “Sooz": entrambe sono composte da ragazzi tra i 14 e i 17 anni e in alcuni casi anche più piccoli. Alla fine dell'inchiesta le contestazioni riguardano 21 persone, sette italiani e 14 stranieri, maschi e femmine, per un totale di 34 denunce. Almeno cinque i procedimenti penali aperti da febbraio ad oggi per reati che vanno dalla rissa, alla rapina, al furto, al danneggiamento.